Il gingko biloba si chiama biloba perchè le sue foglie sono bi-lobate o meglio dovrebbero.
Durante una visita all’orto botanico Vally si accorge che ce ne sono molte di piu con tre lobi, con un lobo solo.. con quattro.
Sono tutte foglie dalle punte “sbagliate”?
Vally comincia a pensare che non ci sia poi tanta differenza tra le piante e le persone. Che le foglie viste da lontano sembrano tutte uguali e invece sono tutte diverse. Che ogni foglia è bella e che la “norma” non esiste. Nel mentre, il suo gemello comincia a tagliare tutto ciò che esce dal suo ideale estetico… e a scavare una fossa… chissà perchè… chissà per chi.

Lo scopriremo venerdì 07 Aprile 2017 in vivaio, insieme a Valeria Bertolini e The PARK!

………………………………………………………………………..

GINKO BILOBA di J. W. von GOETHE (1749-1832)

La foglia di quest’albero, dall’oriente
affidato al mio giardino,
segreto senso fa assaporare
così come al sapiente piace fare.

E’ una sola cosa viva,
che in se stessa si è divisa?
O son due, che scelto hanno,
si conoscan come una?

In risposta a tal domanda,
trovai forse il giusto senso.
Non avverti nei miei canti

Ch’io son uno e doppio insieme?