Il secondo e atteso appuntamento del 2017 vedrà come protagonista Mattia Moro e i suoi lavori, dagli inizi a “Gli scogli di Taranto”, la sua ultima prova pubblicata per Graphic News.

Gli Scogli di Taranto è un reportage a fumetti che offre una fotografia della complessità di una delle città più vive e tormentate d’Italia.
Mentre all’Ilva si continua a morire di lavoro, c’è chi cerca un nuovo corso per Taranto, partendo dal suo cuore più antico: la Città Vecchia. Così ragazzi, “immigrati di ritorno”, architetti e pescatori stanno provando a rigenerare la città.
L’autore si muove in una zona ancora da definire nell’ambito del giornalismo, e rinunciando a avanzare pretese di verità, ci offre il suo personale sguardo su quello che si trova attorno a lui, in cui gli intervistati non sono più solo persone da cui ricavare notizie, ma diventano protagonisti nella costruzione della storia. La pretesa dell’oggettività viene abbandonata quasi subito, mentre il reporter con la matita prende le parti delle persone che incontra e che lo accompagnano alla scoperta di una certa realtà.

Mattia Moro è nel 1989 a Ortona, in Abruzzo. Vive e lavora a Bologna, e ha studiato tra l’ESA di Saint-Luc (Bruxelles) e l’Accademia di Belle Arti di Bologna, dove si è diplomato in Linguaggi del Fumetto. È un componente del collettivo artistico Checkpoint Charly di Bologna. Suoi lavori sono apparsi su B-Comics, Delebile, Graphic News e altre realtà indipendenti. Nel 2016 con Graphic News pubblica “Gli Scogli di Taranto”, un reportage a fumetti sulla Città Vecchia di Taranto, con il quale partecipa alla selezione Off del Festival Internazionale di Fumetto di Bologna BilBolBul. È interessato alle storie di realtà e alle arti urbane.

Come sempre music selection by Green Everywhere
e bookshop by IGOR Libreria

www.mattia-moro.com.
 http://graphic-news.com/artist/mattia-moro/